Primo appuntamento venerdì 25 gennaio alle ore 15
25/01/2019 – 24/03/2019  

POST-WATER / mostra 
25.10.18 – 17.03.19 

POST-WATER / public program 
25.01.19 – 24.03.19

Il Museo Nazionale della Montagna è lieto di presentare il Public Program della mostra Post-Water, a cura di Andrea Lerda. Il programma di eventi, che avrà luogo dal 25 gennaio al 24 marzo, è realizzato grazie al sostegno della Compagnia di San Paolo.
 Nell’ambito della mostra attualmente in corso al Museo e in relazione alla tematica affrontata dal progetto espositivo, il Public Program è pensato come uno strumento di approfondimento e di coinvolgimento attivo del pubblico dentro e fuori gli spazi del Museomontagna.
 Una serie di appuntamenti che attraverso la parola, il video e la performance vedranno protagonisti artisti, scienziati ed esperti di richiamo internazionale. Figure che saranno invitate a compiere riflessioni sull’acqua e sulla montagna, a indagare in maniera partecipata problematiche attuali legate al climate change e al global warming, a proporre contenuti sul tema, riflessioni sugli scenari futuri e soluzioni da attuare in materia di crisi idrica.

 Primo appuntamentoPOST-WATER. SCENARI ATTUALI, VISIONI FUTUREpublic talk 
venerdì 25 gennaio, ore 15.00-18.00 
Museo Nazionale della Montagna, Sala Stemmi 


Che cosa significa parlare di acqua in quella che Amitav Ghosh ha definito l’Era della Grande Cicità?Quali sono le implicazioni e gli interessi di natura economica e politica che la fusionedei ghiacci sta generando? Quali scenari si aprono dopo la recente scoperta di un lago di acqua liquida e salata sotto il suolo di Marte?
Daniela Berta, Direttore del Museo Nazionale della Montagna di TorinoElisa Palazzi, Ricercatrice presso l’Istituto di Scienze dell’Atmosferae del Clima del Consiglio Nazionale delle Ricerche (ISAC-CNR), TorinoPeter Wadhams, Professore di Ocean Physics e capo del gruppo Polar Ocean Physics nel Dipartimento di Matematica Applicata e Fisica Teoretica presso l’Università di CambridgeMarzio G. Mian, Giornalista e fondatore di The Arctic Times Project
Daniele Bocchiola, PhD, Professore Associato di Costruzioni Idrauliche e Marittime e Idrologia presso il Politecnico di MilanoAndreco, Artista e ingegnere ambientaleRoberto Orosei, Ricercatore dell’Istituto Nazionale di Astrofisica di BolognaOrietta Brombin, Curatore AEF/PAV Parco Arte Vivente di Torino

Secondo appuntamento 
WATER TAPESrassegna videodal 25 gennaio al 17 marzo 
Museo Nazionale della Montagna, Sala cinema

 La piccola Sala cinema del Museomontagna ospiterà la rassegna Water Tapes, che presenta cinque video sul tema dell’acqua di altrettanti artisti e registi internazionali: Neha Choksi (Iceboat, 2013); Julius Von Bismarck (Raumfisch. Antartica, 2017); Marjolijn Dijkman & Toril Johannessen (Reclaiming Vision, 2018); Carolina Caycedo (Land of Friends, 2014); Harpa Fönn Sigurjónsdóttir (The Hot Tub, 2016).La proiezione di The Hot Tub è organizzata con la collaborazione del Trento Film Festival

 Terzo appuntamentoTHE BIG JUMPpublic talk 
venerdì 22 febbraio, ore 15.00-18.00 
Museo Nazionale della Montagna, Sala Stemmi

 L’Unesco ha recentemente indicato le NBS – Nature Based Solutions come la via da percorrere per superare i problemi legati alla crescente crisi idrica. Che cosa sono le NBS? Come prendere esempio dal ciclo natura dell’acqua? Big Jump è un “atteggiamento”, un nuovo modo di essere e di vivere. Una nuova relazione con l’acqua.
 Daniela Berta, Direttore del Museo Nazionale della Montagna di TorinoGiovanni Chiesa, Centro UNESCO TorinoLeonardo Caffo, Filosofo e saggistaMargaretha Breil, Urbanista, ricercatrice della Fondazione CMCC – Centro Euro Mediterraneo sui Cambiamenti Climatici e membro del progetto europeo EklipseAndrea Agapito Ludovici, Responsabile area “Rete e Oasi” di WWF ItaliaMarinella Senatore, ArtistaAnna Pironti, Responsabile Capo Dipartimento Educazione del Castello di Rivoli Enrico Martinet, Giornalista, La Stampa


Quarto appuntamentoMARINELLA SENATORE. POST WATER CHOREOGRAPHY PROJECT 
domenica 3 marzo 2019, ore 15.30-17.00Performance, fiume Po, in prossimità del Ponte Vittorio Emanuele I, Torino

 Nell’ambito della mostra Post-Water, Marinella Senatore presenta una performance inedita sul tema dell’acqua. Il progetto rientra all’interno di The School of Narrative Dance, pratica che si basa sull’idea di storytelling come esperienza che può essere esplorata coreograficamente, sull’apprendimento non gerarchico, sull’auto formazione e sulla creazione di una cittadinanza attiva mediante l’educazione informale. L’evento, dal forte impatto emozionale e concettuale, si svolgerà sul fiume Po, in prossimità del Ponte Vittorio Emanuele I e nella zona limitrofa, per poi giungere al Museomontagna.In Post-Water Choreography Project, Marinella Senatore coinvolge musicisti, ballerini, cantanti e figure che appartengono al mondo dell’acqua come sportivi che praticano kayak, canoa, canottaggio e nuoto.
 Il Public program Post-Water è realizzato con il sostegno di:
COMPAGNIA DI SAN PAOLO



La mostra Post-Water è realizzata con il sostegno di:
CLUB ALPINO ITALIANO, CITTÀ DI TORINO, REGIONE PIEMONTE, AUTORITÀ D’AMBITO TORINESE, FONDAZIONE CRT, IREN, GRUPPO SMAT, COEX, ENGOVERS, IMMA