Fragile Umanità. Il Postumano Contemporaneo

Leonardo Caffo

Fragile Umanità. Il Postumano Contemporaneo

Einaudi, Torino 2017, pp. 120

[ISBN: 9788806231118]Buy now »

9788806231118_0_0_0_75-2L’antropocentrismo è costruito sulla presunta superiorità dell’umano sulle altre forme di vita, oltre che su quella di certi umani rispetto ad altri: ma che succede quando scopriamo di essere della stessa sostanza di tutti gli esseri viventi del pianeta?

Quando le proprietà che pensavamo ci rendessero speciali, come la vita mentale o la capacità di soffrire, si manifestano anche in ciò che definiamo ingenuamente «non umano», allora l’umanità come sistema chiuso dell’umanesimo classico si dissolve. Molte sono state le soluzioni proposte, a questa domanda, ma ognuna, presa singolarmente, non basta. Il postumano, cosí come declinato qui, contrapposto anche ai primi fallimentari tentativi dell’ultimo decennio dello scorso millennio, è volto a riposizionare l’umanità in uno schema integrato nella Natura, verso un superamento dell’antropocentrismo, e la costruzione di una nuova narrazione per il nostro futuro. L’antropocentrismo è basato su una nostra presunta superiorità rispetto alle altre forme di vita. In realtà siamo della stessa sostanza di tutti gli altri esseri viventi. L’umanità, oggi fragile come non mai, sta per entrare in una nuova e inaspettata èra della sua evoluzione.

Rassegna Stampa

06/10/2017, Corriere della Sera, “La «fragile umanità» e il nuovo patto con gli animali”, (anticipazione libro) di Leonardo Caffo;

06/10/2017, Academia.edu, “Posthumanus Nuncius”, di Roberto Bondì;

09/10/2017, Centro Studi Filosofia Postumanista, “Fragile umanità”, di Nicola Zengiaro;

11/10/2017, Tagadà (La7), Tiziana Panella intervista Leonardo Caffo;

14/10/2017, Lotta di Classico, “Io-noi, dentro fuori”, di Elisabetta Brizio;

18/10/2017, Radio Onda d’Urto (Nav Danya), “Laura Pescatori intervista Leonardo Caffo”;